fbpx

Relazioni difficili

Relazioni difficili

In questa pagina ci inoltriamo nella “selva oscura” delle relazioni. Queste, quasi sempre, sono relazioni difficili perché implicano il confronto, e spesso lo scontro, di due modi di “funzionare” della mente.

Alla base della difficoltà c’è sempre una diversità.

Sesso, razza, ideologia, posizione sociale e generazionale, e a queste possiamo aggiungere i relativi ruoli, come ad esempio:

  • marito e moglie.
  • conviventi in un medesimo spazio ma di diversa razza, ideologia o religione.
  • datore di lavoro ed impiegato.
  • genitore e figlio o insegnante e allievo.

Tutte queste coppie a volte hanno in comune lo stesso “ostacolo”, una diversa visione del mondo con relativa modalità di interpretazione degli eventi; questo fa sì che i soggetti della coppia vengano collocati  l’uno su un monte e l’altro su quello opposto.

Tanto per non cadere nella banale definizione degli uomini e donne che vengono da due pianeti diversi, è invece opportuno evidenziare la medesima provenienza di entrambi i protagonisti della coppia.

Bisogna mettere al centro il fatto che si tratti di esseri umani, in grado quindi di prescindere in taluni casi dai propri ruoli e provenienze.

Ci sono dinamiche inconsce personali che interferiscono attivamente nella relazione in cui la Terapia Polivagale interviene sia sul singolo che sugli attori della relazione andando a ripristinare il dialogo costruttivo e la qualità degli scambi all’interno di questa.

Tutto sta nel porsi umilmente nella posizione di ascolto e comprensione

In ognuno di noi si trovano molti elementi come fossero tasselli di un mosaico, e che uno o più di questi sia simile al tassello di chi ho davanti.

Partendo da questo presupposto, mi metto nelle condizioni di aprire un varco di dialogo, pur sempre mantenendo la mia identità ed il mio pensiero.

Partners

Ed è così che i rispettivi Partners mettono sul piatto della bilancia i propri sentimenti.

Si allenano a riconoscere le proprie modalità disfunzionali di dialogo, trasformandole nel quotidiano in interazioni profonde e produttive per entrambi.

Amici e vicini

Amici, vicini e colleghi apprendono come gestire le distanze nei loro punti fermi della vita, aprendosi comunque ad un confronto ed ad una collaborazione.

Diversi punti di vista producono un risultato migliore, ottenuto con il duro lavoro di chi ha messo in gioco se stesso scrollandosi dal comodo divano delle proprie convinzioni.

Datore di lavoro ed impiegato

Datore di lavoro ed impiegato imparano ad evitare di cadere nel triste tranello delle proiezioni, in cui l’uno rappresenta il papà cattivo che giudica e punisce e l’altro il figlio debole su cui scaricare le proprie frustrazioni ed incapacità.

Genitore e figlio/Insegnante ed allievo

Genitore e figlio ed insegnante ed allievo sono stranamente, direte voi, posti nella stessa categoria, perché di differenze ma anche di analogie in questa pagina ci piace parlare.

Analogie che rendono i genitori e gli insegnanti consapevoli dei loro bagagli esperienziali ed intellettuali.

Ma soprattutto in grado di riconoscere che i loro figli ed allievi non sono lo specchio delle loro ambizioni frustrate o incapacità.

Sono invece un’importante occasione di dare un ulteriore senso al percorso fatto e motivo di crescita e arricchimento reciproco.