fbpx

Sessualità

Sessualità

Sessualità, da sempre argomento controverso e multiforme che, spesso, viene deformato, banalizzato, venduto e ridicolizzato, poiché di certo per la società risulta molto più rassicurante dividere, parcellizzare e semplificare la concezione del sesso, piuttosto che comprenderne la reale ricchezza e complessità.

Identità sessuale

Rappresenta una fondamentale modalità di espressione della propria intimità.

Quanto più autenticamente la si vive, nel senso di quanto più rispettiamo il patto con i nostri bisogni ed emozioni in in un attento contatto con sé e con l’altro, quanto più diventa fonte di nutrimento per la personalità.

Il percorso educativo

La costruzione di un sano rapporto con la propria sessualità nasce con la persona fin dalle primissime fasi della sua vita.

L’ambiente educativo e le figure di riferimento influenzano in modo determinante la percezione del bambino e la sua possibilità di autopercepirsi ed esprimersi in un mondo libero ed in contatto con il proprio sentire.

Tale percorso educativo e conoscitivo consente un armonico sviluppo dell’identità sessuale e sviluppa la capacità di provare e riconoscere i propri sentimenti.

Sesso, emozione e sentimento

La dura realtà

Sembra paradossale che il connubio, per alcuni naturale, tra sesso, emozione e sentimento rappresenti per la maggior parte della popolazione un sogno infranto nell’adolescenza o un miraggio cinematografico, troppo banale per essere perseguito.

Ed in questo clima di anedonia, la vita sessuale delle persone viene repressa dietro rigide etichette o bruciata per seguire falsi modelli.

Venduta per alimentare un sistema misogeno e nascosta per proteggerla da una cultura omofobica.

Il lavoro sulla sessualità

Detto ciò non credo che ci sia molto altro da aggiungere rispetto a cosa intendo io per un lavoro sulla sessualità.

A mio avviso ogni modalità espressiva, deficit, deviazione o disfunzione non possono prescindere dalla propria sfera emotiva e relazionale.

A tal proposito il lavoro della Terapia Polivagale ripristina nel paziente la sua naturale possibilità di superare i limiti imposti da un educazione a volte coercitiva per consentire alla persona di concedersi ciò che fino a questo momento non è riuscita a conseguire.

La relazione con se stessi è sempre il riflesso della relazione con una figure importanti della nostra vita, in quanto, si può anche essere soli nella propria stanza, ma il nostro immaginario è sempre in contatto in modo più o meno consapevole con l’altro.

Tutto questo e molto di più, piuttosto che sentire e sentirsi davvero!

Il lavoro sulla sessualità

Detto ciò non credo che ci sia molto altro da aggiungere rispetto a cosa intendo io per un lavoro sulla sessualità.

A mio avviso ogni modalità espressiva, deficit, deviazione o disfunzione non possono prescindere dalla propria sfera emotiva e relazionale.

A tal proposito il lavoro della Terapia Polivagale ripristina nel paziente la sua naturale possibilità di superare i limiti imposti da un’ educazione, a volte coercitiva, per consentire alla persona di concedersi uno spazio espressivo che fino a questo momento non è riuscita a conseguire.

La relazione con sé stessi è sempre il riflesso della relazione con figure importanti della nostra vita, in quanto, si può anche essere soli nella propria stanza, ma il nostro immaginario è sempre in contatto, in modo più o meno consapevole, con l’altro.

Tutto questo e molto di più, piuttosto che sentire e sentirsi davvero!